loading-img

ISE 2020 arrivederci

ISE2020…E non ti scorderemo mai!

Si è conclusa l’ultima edizione di ISE nel capoluogo olandese. E’ proprio il caso di dire che questa edizione è stata davvero particolare e sarà ricordata a lungo. Purtroppo l’allarmante situazione della Repubblica Popolare Cinese e la veloce diffusione del Covid-19 ha minato lo svolgimento della kermesse che si è trovata orfana di uno dei più grandi espositori, la casa coreana LG, poi, a pochi giorni dall’inizio dell’evento ci viene incontro la tempesta Ciara che ha portato con sé la cancellazione di molti voli in Europa.

I presupposti non erano dei più rassicuranti ma nonostante tutto Adeo Group, Adeo Screen e Screen Research si sono prodigati in ogni modo per accogliere i visitatori e presentare le loro novità.

Anche il numerosissimo staff di Harman Luxury Audio ha atteso la folla di visitatori che ha apprezzato la straordinaria sonorità della nuova sala Adeum Cinema Suite.
Lunghe file davanti alla porta per ascoltare le demo create con due tracce video e una traccia stereo.
 

Sala Adeum ISE2020

 

Completamente rinnovati gli interni della sala che grazie al legno e ai pannelli effetto ruggine hanno offerto un ambiente caldo ed accogliente con un gusto made in Italy che ha colpito gli addetti ai lavori.
Il setup della sala 7.4.4. ha regalato un’esperienza assoluta con 4 subwoofer SSW-2, 4x SCL-4, 4x SCL-3 e 3xSCL-2 JBL Synthesis, per la parte elettroniche in campo c’erano, i nuovi finali JBL Synthesis 3xSDA2200 e 2xSDA7120 e due amplificatori SDA4600, infine, il nuovo processore surround SDP-55 a 16 canali.

 

 

 

 

Harman ha calato il suo tris d’assi con le novità Revel, Arcam e JBL.
In anteprima europea la serie Performa HDI1600 diffusore bookshelf a 2 vie con driver a compressione, HDI3600 con 3 woofer da 6,5 “ e HDI3800 con una gamma bassa estesa e bass reflex posteriore.

 

 

 

 

 

 

I processori AVR10-20-30 e 40, l’integrato SA30 e ancora gli amplificatori finali PA240 (2 canali), PA410 (4 canali) e PA720 (7 canali) erano le new entry della scuderia di elettroniche ad alte prestazioni di Arcam.

Mentre l’iconico brand JBL ha sfoggiato 6 nuovi prodotti a partire dall’integrato SDR35, il processore SDP55, dotato di protocollo Dante e l’SDP65.
Al centro di questa ultima generazione di processori c'è un nuovo approccio all'elaborazione dei segnali digitali, basato su un'architettura hardware rivoluzionaria che è altamente scalabile e facile da aggiornare.
Anche la categoria amplificatori si è arricchita di due finali rispettivamente l’SDA2200 a 2 canali e l’SDA7120 a 7 canali.
Senza ombra di dubbio per la parte diffusori una menzione speciale al modello da incasso SCL-5, con driver a compressione e guida d’onda HDI ™ il più performante del mercato.

 

 

Lo stand di Adeo offriva due zone ambientate, la prima con una seduta e i diffusori JBL L82, novità in anteprima, pilotate da un ARCAM SA30. Diffusori bookshelf a due vie con tweeter in titanio, woofer da 8” e bassreflex anteriore piccoli ma con una impressionante risposta dinamica in gamma bassa. Per averle bisognerà attendere ancora un po', per il mercato italiano saranno disponibili a partire dal mese di Maggio. Sulla parete frontale uno schermo a cornice rigida T-FS3 Fixed Curved con la nuova tela, ClearPix Ultimate White 0.75, progettata come punto di riferimento per la qualità dell’immagine ma soprattutto per la sua trasparenza acustica.

La seconda dedicata sempre a Screen Research si proponeva con due sedute chaise-longue e uno schermo top class della linea XLR-Decor Mask con mascheramento laterale e un deco con stampa animal che ha catturato l’attenzione del pubblico.

Infine, la parete riservata a Adeo Screen offriva una panoramica sulle due principali innovazioni progettate per il 2020.
Il modello motorizzato Rugby nelle versioni Pro e Plus.
Entrambe montano un cassonetto con nuova linea più morbida e tondeggiante, con un impatto decisamente più elegante. Anche il dettaglio del fondale a scomparsa è stato ridefinito ottenendo risultati eccellenti sia in termini di estetica e di assenza di vibrazioni in fase di chiusura. Nella versione Plus nulla è lasciato al caso. Le speciali placche a calamita (stessa colorazione del cassonetto) chiudono le testate laterali del cassonetto offrendo così un oggetto di design che si integra con l’ambiente e non lascia intravedere alcuna vite.